investire in promozione attraverso i social network

pubblicato il 19 ottobre 2016 in Social network /

La spesa pubblicitaria sui canali social sorpassa quella investita nel tradizionale canale televisivo.

Se la tua azienda si sta chiedendo dove allocare il suo budget pubblicitario, o se siete indecisi sul fare il grande passo, ed investire nel social media advertising, vediamo insieme alcuni dati.

Una nuova ricerca condotta da emarketer mostra che per la prima volta, la spesa in promozione attraverso il canale digitale e social, ha superato quella della TV.

Bisogna partire da una considerazione importante, tradizionalmente il mercato americano è quello che investe in maniera massiva in advertising televisivo, quello che succede negli States verosibilmente poi, si ripercuote anche negli altri continenti, quindi se teniamo d’occhio quello che sta avvenendo lì possiamo avere un minimo di previsione su quello che succederà in “casa nostra”.

La spesa pubblicitaria nel canale televisivo rallenta drammaticamente, quella in digitale continua a salire.

Lo studio pubblicato da eMarketer dimostra che la spesa pubblicitaria in digitale nel 2016 ha superato quella televisiva, un risultato che è andato contro le previsioni pubblicate a marzo. La stima iniziale era che l’advertising in TV avrebbe dominato fino al 2017, anno in cui il digitale sarebbe esploso. I dati evidenziano che nel 2016 la spesa pubblicitaria in TV sarà di 71.29 miliardi di dollari insieme a quella investita sul digitale che si attesterà sui 72.09 miliardi di dollari; conti alla mano il digitale rappresenta il 36,8% del totale della spesa pubblicitaria mentre la TV si trova a pochi decimi di punto percentuale sotto, al 36,4%.

Non è una sorpresa che la spesa pubblicitaria in digitale sia cresciuta così tanto, dato il forte aumento dei social, del mobile e dell’utilizzo dei video.

2016: l’anno del mobile

Questo è l’anno del mobile, si prevede infatti che la spesa pubblicitaria investita sui dispositivi mobili salirà del 45% raggiungendo quota 46 miliardi di dollari. Nel suo ultimo rapporto trimestrale, Facebook ha annunciato che l’84% (5.24 miliardi) dei propri introiti nel Q2 2016 proviene da annunci per il mobile. La ragione è molto semplice: dei 267 milioni di utenti che naviga in Internet negli Stati Uniti, quasi il 79% accede alla rete e ai social network tramite un dispositivo mobile.

Dove investire?

Se dovete scegliere il canale attraverso cui concentrare i vostri investimenti in pubblicità nel corso del prossimo anno, il mobile è la strada da percorrere. Gli annunci per questi dispositivi possiedono il vantaggio di arrivare nella tasca di ogni utente, tenendo presente che ormai in circolazione vi sono più tablet e smartphone che computer; unendo questo dato alla possibilità di disporre di un e-commerce responsive, si comprende come al tradizionale canale di vendita offline sia possibile far viaggiare parallelamente quello online.

Social Ads e video domineranno la scena

La ricerca di eMarketer evidenzia come, dei 34.56 miliardi di dollari di spesa la promozione del brand, il 48% del totale è stato investito in annunci digitali, la categoria annunci è stata suddivisa in formati che includono banner / altri (tra cui annunci di Facebook news feed e tweet sponsorizzati), video, rich media e sponsorizzazioni. Anche in questo caso, la pubblicità su piattaforme social media è in testa al gruppo negli investimenti in pubblicità online.

Facebook è la piattaforma preferita per il marketing online

Attualmente il 55% dei marketers utilizza Facebook come piattaforma principale per le proprie attività e il 67% di questi ultimi prevede di aumentare le loro attività di marketing su su questo social network. Uno schiacciante 86% dei social marketer, utilizza regolarmente gli annunci di Facebook, mentre solo il 18% utilizza gli annunci via Twitter; questi numeri coincidono con quanto evidenziato in vari report inerenti gli investimenti sulla spesa in promozione digitale: Facebook da solo rappresenta 11.93 miliardi di dollari (16,6% ) di tutta la pubblicità digitale rispetto ai 4,79 miliardi spesi attraverso Google.

Un articolo pubblicato su Social Media Examiner ha evidenziato come Facebook abbia un rating di efficienza del 66% per le piattaforme di social media B2C, in base ai dati del Content Marketing Institute, mentre Twitter si è attestato al terzo posto (dietro YouTube) con un rating efficacia del 30%. Facebook è la scelta più ovvia al momento, se si tratta di stabilire su quale canale social investire, la motivazione è semplice, ha molti più utenti che lo utilizzano.

Secondo eMarketer, quasi il 66% dei social marketer prevede di utilizzare Facebook per una strategia improntata sui video, mentre poco più del 42% investirebbe su YouTube. Il video non va inteso soltanto come produzione e sponsorizzazione di un contenuto multimediale, le dirette Facebook stanno iniziando sempre più ad essere presenti nelle strategie di promozione online, strumenti come periscope di Twitter vengono attualmente utilizzati per la promozione di eventi ed il coinvolgimento degli utenti.

Consigli?

Se state iniziando a pensare di utilizzare gli annunci video attraverso i canali social, il primo da prendere in esame è sicuramente Facebook, perché ha la base utenti più ampia e una vasta gamma di opzioni per gli annunci video, e un robusto set di funzionalità gruppi di destinatari.

Le strategie di marketing che utilizzano video su piattaforme social, beneficiano della condivisibilità; quando il contenuto viene proposto ad un pubblico altamente mirato, gli annunci video tendono a fondersi meglio con il contenuto, a questo punto l’utente condividerà il post con più probabilità.